Generic selectors
Exact matches only
Search in title
Search in content
Generic selectors
Exact matches only
Search in title
Search in content
SAFETYPLAYERS NAZIONALE ITALIANA SICUREZZA SUL LAVORO

Regolamento Interno

1. Campo di applicazione
Il presente Regolamento si applica a tutti i soggetti partecipanti a vario titolo alla vita dell’Associazione.

2. Soggetti Partecipanti
Intervengono alla vita dell’Associazione, a vario titolo, i seguenti soggetti:
• Soci fondatori
• Soci tesserati
• Presidente
• Consiglio direttivo
• Volontari sportivi
• Collaboratori
• Partner
I Soci fondatori e i Soci tesserati sono membri dell’Assemblea dei soci.
Il Presidente ed i membri del Consiglio direttivo sono anche membri dell’Assemblea dei soci.
Il Consiglio Direttivo, nell’ambito delle proprie funzioni, può decidere di istituire delle squadre sportive con
lo scopo di sostenere, attraverso lo sport, iniziative riconducibili ai temi della sicurezza negli ambienti di
lavoro e di vita, dell’igiene, della salute, della sostenibilità ambientale, del sostegno a persone o enti,
ovvero, associazioni che si dedicano con impegno alla tematica. Per ciascuna di tali squadre sportive
(calcio maschile, calcio femminile, pallavolo, etc.), il Consiglio direttivo potrà individuare dei cosiddetti
“Volontari Sportivi”, ossia i dirigenti, lo staff tecnico e la rosa degli atleti (giocatori). I volontari sportivi
potranno fregiarsi dell’appellativo di “Safetyplayers”, allo stesso modo dei soci effettivi e rendono la
propria attività all’Associazione a titolo di volontariato gratuito.
I Collaboratori, i Partner e i Volontari Sportivi non sono soci effettivi.

3. Codice etico
Tutti i soggetti partecipanti sono tenuti allo scrupoloso rispetto del Codice etico.

4. Candidatura come giocatore
La candidatura per partecipare alla selezione come giocatore/giocatrice e poter, così, far parte di una
delle squadre della Nazionale Italiana Sicurezza sul Lavoro, prevede una domanda, in cui riportare sia un
Regolamento Interno Rev.00 del 10/12/19 Pagina 2 di 2
curriculum professionale, un breve curriculum sportivo e una dichiarazione di impegno al rispetto delle
regole e dei principi dell’Associazione.
La domanda qualora accolta dal Consiglio Direttivo, per la verifica dei requisiti generali, sarà sottoposta
all’attenzione dello staff tecnico per le valutazioni di carattere sportivo e potrà richiedersi, qualora
necessario, anche uno specifico provino.
La rosa dei giocatori di ciascuna squadra viene rinnovata annualmente nei suoi componenti, in funzione
di specifiche valutazioni eseguite dalla dirigenza della stessa squadra in collaborazione con lo staff
tecnico, ovvero, dal Consiglio direttivo.

5. Disciplinare delle squadre sportive
I componenti delle squadre sportive, in particolar modo staff tecnico e giocatori, sono tenuti al rispetto
delle seguenti regole:
• partecipazione agli allenamenti, qualora programmati;
• partecipazione agli eventi ufficiali delle squadre, in considerazione delle convocazioni stabilite
dallo staff tecnico;
• il rispetto degli impegni assunti in relazione alla partecipazione agli allenamenti e agli eventi
ufficiali;
• il rispetto delle decisioni assunte dalla dirigenza, dallo staff tecnico e dal Consiglio direttivo.

6. Sanzioni disciplinari
Per quanto concerne tutti i soggetti partecipanti, l’Associazione ha definito specifiche clausole di
salvaguardia in caso di violazioni, da parte degli stessi, del Codice Etico, delle disposizioni previste dal
presente Regolamento e delle regole statutarie.
Tali clausole potranno prevedere, a discrezione del Consiglio Direttivo, e comunque quando le stesse siano
tali da ledere la fiducia dell’Associazione nei confronti del soggetto responsabile delle violazioni, anche la
risoluzione del rapporto.


Le violazioni allo Statuto, al Regolamento interno e al Codice etico prevede un sistema di richiami e/o
sanzioni graduale, che si sviluppa secondo i seguenti gradi di richiamo/sanzione:
a) rimprovero verbale;
b) rimprovero scritto;
c) sospensione dalla carica fino ad un massimo di sei mesi;
d) risoluzione definitivo del rapporto.


L’accertamento delle violazioni, la gestione dei procedimenti disciplinari e l’irrogazione delle sanzioni sono
di competenza del Consiglio direttivo, in linea con i principi stabiliti nello Statuto.

Subtitle

Iscriviti alla newsletter

Iscriviti alla nostra newsletter per tenerti sempre aggiornato su tutti i nostri eventi.
Subtitle

Iscriviti alla newsletter

Iscriviti alla nostra newsletter per tenerti sempre aggiornato su tutti i nostri eventi.

Associazione Safetyplayers Nazionale Italiana Sicurezza sul Lavoro APS

Via Prina, 15, 20900 Monza MB, Italia
Codice fiscale 97835380151
Consiglio Direttivo Nazionale

Pietro Vassallo – Presidente
Stella Doris Randazzo – Vice Presidente
Giancarlo Restivo – Segretario Generale
Gabriele Restivo – Capitano
Claudia Nicolò – Tesoriere
Giuseppe Castello – Consigliere
Alessandro Crisafulli Direttore Sportivo
Alessandro Currao – Dirigente